/, design/ECOSTOVIGLIE PER SOSTENERE LE PRO LOCO TERREMOTATE D’ABRUZZO, MARCHE, LAZIO E UMBRIA

logo- pro loco

Un concreto aiuto alle Pro Loco  colpite dal sisma, attraverso la diffusione di buone pratiche di riduzione dei rifiuti e di rispetto dell’ambiente grazie all’utilizzo di stoviglie e monouso realizzate con materiali naturali e completamente compostabili.

Questo l’intento di “Sostieni le Pro Loco ”, originale iniziativa di solidarietà dell’Unione nazione Pro loco italiane (Unpli) sezione di Teramo, della regione Marche, Lazio e Umbria in collaborazione con la cooperativa di lavoro Ekoe, giovane realtà del territorio Teramano.

Tutte le 6.200 Pro loco nazionali saranno invitate ad acquistare per eventi e sagre, stoviglie realizzate in Mater-bi e cpla, bioplastiche di origine vegetale, in polpa di cellulosa, e in altre materie prime completamente compostabili, ovvero che in poche settimane si decompongono e diventano concime naturale.

Il 10 per cento del ricavato sarà poi devoluto alle 51 Pro loco che operano nei comuni di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria colpiti dai terremoti dell’agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017.

“Ci siamo domandati più volte – spiega Carmine Santarelli, presidente Unpli provinciale di Teramo e consigliere nazionale – come poter aiutare le  Pro loco che svolgono ora più che mai una preziosa e insostituibile attività nei comuni  messi in ginocchio dai terremoti e dove le abitazioni sono in buona parte inagibili, le attività economiche, agricole e zootecniche paralizzate e dove si rischia l’abbandono e lo spopolamento”.

La produzione di piatti, bicchieri, posate e tante altre tipologie di stoviglie compostabili, consente un risparmio di C02 emesso nell’atmosfera del 78% rispetto alla corrispettiva produzione che utilizza come materia prima la plastica. Le bio stoviglie possono essere poi raccolte nei rifiuti dell’umido, migliorando così le percentuali di raccolta differenziata e diminuendo i cumuli di sacchi di immondizia che andranno nella raccolta indifferenziata, favorendo la diminuzione dei costi dello smaltimento a carico dei Comuni e dei cittadini contribuenti.

La raccolta fondi sarà condivisa con le circa 6.200 Pro Loco esistenti in Italia, attraverso l’invio di mail informative, contatti telefonici, incontri con i presidenti regionali, provinciali e locali, l’invio di campionatura di materiale compostabile certificato UNI EN 13432 e sito web dedicato.

2018-03-07T18:03:51+00:00 By |Tags: |0 Comments

About the Author:

Padre visionario

Leave A Comment