ekoe-stoviglie-monouso

I fogli compostabili trasparenti in Natureflex: la scelta perfetta per tutti (compreso l’ambiente)

A cura di Maria Bazzani

Tempo di lettura circa 5 minuti

Se hai un forno, una pasticceria, una cioccolateria o una qualsiasi attività.

Se ci tieni alla qualità.

Se ci tieni all’ambiente.

Allora questo articolo fa proprio al caso tuo.

Può bastare che ti riconosca in uno solo dei punti elencati. Se rientri in tutte e tre le categorie abbiamo fatto tombola.

I fogli compostabili trasparenti in Natureflex meritano l’attenzione da parte di tutti.

Non solo per un aspetto economico. Ma anche per un aspetto ecologico.

fogli compostabili trasparenti

Cos’è il Natureflex?

Iniziamo con il presentarvi questo materiale che può sembrare magico. Il Natureflex infatti è un prodotto ottenuto dalla polpa di legno.

E già questo potrebbe bastare a incantare, visto e considerato che è trasparente. Ma non si accontenta di provenire dalla polpa di legno.

Il natureflex usato per realizzare questi fogli compostabili trasparenti deriva dalla polpa di legno di foreste gestite responsabilmente.

E come fa la polpa di legno a trasformarsi in un materiale trasparente?

Il processo di produzione è estremamente complesso. Abbiamo provato a descriverlo passo passo, ma poi abbiamo avuto pietà di voi (e anche di noi, lo ammettiamo).

Per cui vi descriviamo solo i passaggi fondamentali.

Si parte da 1 tonnellata di polpa di legno per ottenere una tonnellata di Natureflex.

Si prende il legno ceduo* di latifoglie a rapido accrescimento come l’eucalipto di foreste e piantagioni a gestione responsabile.

Attraverso la xantazione la polpa di legno viene convertita in sostanza viscosa.

La sostanza viscosa viene filtrata e deareata.

A questo punto viene estrusa attraverso uno stampo in un bagno acido diluito per venire convertita in film di cellulosa.

Il passaggio successivo prevede diversi bagni per lavare il film e condizionarlo per migliorarne aspetto e flessibilità.

Viene quindi asciugato per raggiungere un contenuto di umidità molto specifico (se troppo secco, il film sarebbe fragile).

A questo punto è pronto per venire avvolto in grandi bobine.

Ed ecco il materiale di base da cui poi si ricavano fogli, bustine e quanto suggerisce la fantasia.

Sì, è una descrizione molto tecnica comunque, ma ci sembrava giusto spiegare come vengono prodotti. Altrimenti qualcuno potrebbe pensare che si tratti di un tipo particolare di plastica.

Quali sono le caratteristiche dei fogli in Natureflex?

I fogli compostabili trasparenti in Natureflex hanno diversi pregi da tenere sempre in considerazione:

  • sono biodegradabili e compostabili in ambiente domestico (OK Compost);
  • sono un’eccellente barriera a gas, aromi, grassi e olii;
  • svolgono un ruolo di barriera anche all’umidità;
  • sono estremamente flessibili;
  • hanno un’elevata resistenza al calore;
  • hanno proprietà naturali antistatiche (quindi non attirano la polvere e mantengono l’aspetto lucente anche se permangono a lungo sugli scaffali);
  • hanno un’eccellente resistenza chimica e fisica;
  • hanno un’elevata trasparenza e lucentezza;
  • sono idonei al contatto diretto con gli alimenti.

Perché scegliere i fogli compostabili trasparenti in Natureflex?

L’elenco delle possibili ragioni che possono indurre a scegliere i fogli compostabili trasparenti in Natureflex sarebbe estremamente lungo.

Ma non vogliamo tediarvi, per cui ecco le prime risposte che ci vengono spontanee:

  • è ecologico: si tratta di un prodotto completamente biodegradabile e compostabile. A dimostrazione di ciò, a maggio 2009 la rivista “Which? Gardening Magazine” ha testato 5 materiali che vengono impiegati come imballaggio nei supermercati. Naturalmente li ha testati per il settore di suo interesse, ovvero per valutarne la compostabilità in un bidone per il compostaggio domestico. Dobbiamo dirlo? Sì, perché siamo molto soddisfatti di questo dato. Il Natureflex ha ottenuto un punteggio "molto buono" ed è stato descritto come "molto impressionante" poiché il materiale si degrada completamente in poche settimane. I test non si limitavano a una sola tipologia di Natureflex, ma comprendevano sia il Natureflex semplice sia quello con laminatura in Materbi. Inutile dire che in soli due mesi di compostaggio domestico, il primo era completamente scomparso, mentre del secondo rimanevano minuscoli frammenti destinati a scomparire dopo poco.
  • è pratico: grazie alla flessibilità si può impiegare per confezionare diversi prodotti. Il formato di questi fogli li rende perfetti per pasticcerie, forni, ma anche per fioristi e cioccolaterie. Ma siamo pronti a scommettere che anche un’ottima forma di formaggio si troverebbe perfettamente a suo agio in questi fogli in Natureflex. Il formato grande permette di tagliarlo riducendo gli sprechi.
  • è personalizzabile: puoi procedere alla stampa in tampografia dei tuoi fogli creando un brand aziendale caratterizzato dalla sostenibilità;
  • ha una lunga shelf life: nonostante in una compostiera si biodegradi e composti in poche settimane, sugli scaffali, non essendoci le condizioni per avviare questi processi, il Natureflex mantiene inalterate le sue proprietà per lunghi periodi.

Per cosa usare i fogli compostabili trasparenti in Natureflex?

Come anticipato, i fogli in Natureflex si possono usare per:

  • pasticcerie e forni: panettoni, colombe e torte verranno valorizzati dalla lucentezza del materiale e nello stesso tempo la qualità dell’involucro sarà all’altezza del contenuto;
  • cioccolaterie: lo sai che la carta con cui sono avvolte le uova di pasqua è un mix di alluminio e plastica? Per tale ragione non può venire smaltita con la raccolta differenziata e deve finire nella frazione secca. Nel 2018 si era calcolato un consumo di 15 milioni di uova di Pasqua in Italia. Non tutte naturalmente erano confezionate nel micidiale mix di plastica e alluminio. Ma se, a voler essere ottimisti, solo la metà era avvolta in quel materiale, riesci a immaginare quanta spazzatura si è prodotta?
  • negozi che confezionano cesti regalo: se hai un negozio di ortofrutta o di alimentari, puoi pensare di proporre ai tuoi clienti dei cesti con un involucro sostenibile a dimostrazione della cura che metti nel tuo lavoro. L’abito non fa il monaco, ma se oltre ai prodotti di qualità nel contenuto impiegherai prodotti di qualità anche nel confezionamento, i tuoi clienti se ne accorgeranno.
  • profumerie ed erboristerie: al posto del classico foglio in cellophane, per confezionare i prodotti cosmetici potresti pensare di usare dei fogli compostabili trasparenti in Natureflex.
  • fioristi: un mazzo di fiori avvolto in un foglio in Natureflex sarà più coerente, rispetto a uno avvolto in della plastica.

Come esempi pensiamo che possano bastare, ma non ci piace porre limiti alla fantasia. Quindi speriamo che tu ci voglia dire come immagini di usare i nostri fogli compostabili trasparenti in Natureflex.

Qualche suggerimento per l’impiego dei fogli in Natureflex

Vi consigliamo di non lasciarvi prendere dall’entusiasmo appena vi verranno consegnati i fogli compostabili trasparenti e leggere queste poche specifiche.

Infatti è consigliato lasciarli riposare 24 ore nell’ambiente in cui verranno impiegati. Non si tratta di un obbligo, naturalmente, solo di un suggerimento per poter standardizzare meglio l'impiego.

Vanno conservati a una temperatura ideale compresa tra 17e 23° C e un’umidità relativa tra 35 e 55%. Anche in questo caso, non ci sono stati segnalati danni a prodotti conservati a temperature o umidità differenti, ma suggeriamo le condizioni ideali di conservazione per preservarli il più a lungo possibile.

La temperatura ideale per la termosigillatura varia in base alle condizioni ambientali, all’umidità e al macchinario con cui verrà effettuata. Per questo suggeriamo sempre di effettuare dei test prima di procedere a un confezionamento di massa.

“Se riuscirai a sognare, senza fare del sogno il tuo padrone”...

R. KIpling

vorrà dire che avrai incontrato i fogli in Natureflex di Ekoe.

Noi già sogniamo le tue colombe, uova o pizze di Pasqua confezionati nei fogli compostabili trasparenti in Natureflex.

*a partire dai polloni, i nuovi germogli che crescono alla base della ceppaia (ceppo troncato con due o più rami originati)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

magnifiercrosschevron-downtext-align-left
Carrello della spesa
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram