Buste di carta come riconoscere quelle migliori e di qualità

La produzione odierna di buste di carta e shopper

Una busta di carta è un contenitore piatto, flessibile, fatto di carta o materiale compostabile, che ha una sola apertura e un lembo che può essere sigillato sopra l'apertura. Alcune buste di carta sono sigillate con una chiusura in metallo mentre altri sono sigillati con un pezzo di spago che avvolge pezzi di cartone piatti e circolari attaccati alla busta.

buste di carta

Il processo di produzione delle buste di carta e/o shopper implica una maggiore concentrazione di sostanze chimiche tossiche rispetto alla realizzazione di sacchetti di plastica monouso. Inoltre, i sacchetti di carta trasparenti sono una soluzione innovativa ecompletamente compostabile.

I diversi tipi di carte per la produzione delle buste e shopper

La varietà di carte che viene utilizzata durante la produzione delle buste determinerà quale tipo di carte è più appropriata. Esistono dei tipi principali di tipi di carte utilizzate nella produzione di buste: riciclato, speciale, resistente agli strappi e compostabili. L'uso di carta riciclata per le buste è un ottimo modo per migliorare la sostenibilità. Più comunemente, la carte utilizzate per la produzione di buste è costituita dal 10% al 30% di contenuti post-consumo. Sono numerose le shopper di carta riciclata che propongono i negozi e che offrono ai loro clienti durante lo shopping. Le buste di carte speciali sono disponibili in molti colori, finiture, trame e grammature. Sono ideali per le buste per la posta a causa delle loro caratteristiche intriganti, ma possono avere un prezzo più elevato. Infine, la carta resistente allo strappo è quasi indistruttibile e non si lacera in applicazioni tipiche. Inoltre è spesso resistente all'acqua e all'umidità.

Come riconoscere la qualità delle buste di carta

Negli ultimi tempi sono aumentate le ditte, come Ekoe.org, che propongono i sacchetti di carta al posto di quelli in plastica. Va precisato che il sacchetto di carta spesso viene preferito dal cliente a quello trasparente in plastica in quanto si presenta più discreto, il colore marrone infatti non permette a terze persone di capire cosa ci sia all’interno. Le buste di carta infatti ricordano la classica busta per generi alimentari che si utilizzava in passato.

Ad oggi tuttavia non esiste una risposta semplice sul fatto se i sacchetti di carta o di plastica siano migliori per l'ambiente. Entrambi hanno degli aspetti negativi: i sacchetti di plastica, spesso richiedono secoli per decomporsi e possono essere un problema per smaltirli. Il problema maggiore si presenta quando le persone non smaltiscono correttamente i loro sacchetti e la plastica contamina la natura intasando i corsi d'acqua e minacciando la fauna selvatica.

Da quanto precede si potrebbe dedurre che i sacchetti di carta trasparente, visto che si degradano più facilmente, sono un'opzione migliore, ma la risposta non è così scontata. I sacchi di carta in genere richiedono più energia ed emissioni di gas serra per la produzione, il che non è eccezionale dal punto di vista del riscaldamento globale. I cambiamenti climatici sono diventati un problema ambientale negli ultimi tempi, quindi vale la pena guardare le cose dal punto di vista delle emissioni. E da quel punto, i sacchetti di carta hanno la peggio: anche se i sacchetti di carta sono fatti di alberi, che sono, in teoria, una risorsa rinnovabile, ci vuole molta più energia per creare polpa e fabbricare un sacchetto di carta di quanto non si faccia per produrre un sacchetto di plastica monouso. Tuttavia, i sacchetti di carta compostabili e biodegradabili - come quelli consigliati da Ekoe.org possono essere un discreto compromesso; un impatto ambientale meno aggressivo e soprattutto una scelta più consona per le proprie abitudini alimentari:

  • sacchetti compostabili in carta;
  • buste in carta riciclata;
  • shopper di carta biodegradabili;
  • buste di carte biodegradabili per alimenti;
  • doggy-bag;
  • pellicola per alimenti trasparente;
  • e tanti altri prodotti.

Su ekoe tantissime tipologie di buste di carte e shopper compostabili a tutela dell’ambiente.

La produzione di buste di carta, le origini

Il primo antenato delle buste di carte fu usato dagli antichi babilonesi cinque o seimila anni fa. I messaggi venivano scritti su tavolette di argilla, che venivano cotte per indurirle. Le compresse sono state quindi coperte con più argilla e nuovamente cotte. La tavoletta interna può essere rivelata solo rompendo lo strato esterno di argilla, garantendo la sicurezza del messaggio.

Le vere buste non apparvero molto dopo dall'invenzione della carta. La più antica forma di carta era il papiro, prodotto per la prima volta dagli antichi egizi almeno nel 3000 a.c. Il papiro era costituito da un materiale fibroso trovato all'interno degli steli legnosi di una pianta acquatica ed erbosa. Lunghe strisce di questo materiale sono state posizionate fianco a fianco, quindi coperte con un altro strato di strisce ad angolo retto rispetto al primo. Il foglio formato dai due strati veniva inumidito, pressato, essiccato, appiattito, per poi essere nuovamente essiccato. Se correttamente prodotto si ricavava un papiro bianco puro e privo di macchie. Un eccellente materiale di scrittura, il papiro era ampiamente utilizzato dagli antichi egizi, greci, romani e arabi. Ha continuato ad essere utilizzato fino a quando la carta prodotta da altre fonti vegetali ha raggiunto il resto del mondo dalla Cina.

Gli stracci di cotone e lino erano le principali materie prime utilizzate per fare la carta fino all'inizio del XIX secolo, quando furono sostituiti dal legno. Nello stesso periodo, la fabbricazione della carta a mano cominciò a essere sostituita da macchine per la fabbricazione della carta.

L'industria delle buste fu notata da Karl Marx nel suo libro Il Capitale nel 1867; i produttori di buste continuarono ad aumentare la velocità di produzione, da tremila buste all'ora al tempo di Marx a oltre cinquantamila l'ora alla fine del XX secolo. Alla fine degli anni '90, negli Stati Uniti venivano prodotte quasi duecento miliardi di buste ogni anno.

Ekoe società cooperativa

Sede operativa
Via Galileo Galilei snc
Zona Industriale Sant’Atto
64100 San Nicolò A Tordino TE, Italia

Sede legale:
Via Giovanni Verga, 5
64020 – Bellante (Te)
Scrivici per contattarci
info@ekoe.org | coop@ekoe.org 
Metodi di pagamento sicuri.
pencilheartstore
Carrello della spesa
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram