ekoe-stoviglie-monouso

Bioplastica per alimenti, pro e contro

A cura di Marte

Tempo di lettura circa 3 minuti

bioplastica-pro-e-contro
bioplastica

I progettisti di prodotti cercano soluzioni sempre più sostenibili per soddisfare i consumatori sempre più attenti all'ambiente avvalendosi dei vantaggi delle bioplastiche.

Quali sono? Emissioni di CO2 inferiori, materie prime sostenibili, biodegradabilità e molto altro ancora, ma vediamoli insieme.

L' industria delle bioplastich e il packaging in Pla (acido polilattico) è in costante crescita . In effetti, tra il 2020 e il 2024, la sua capacità produttiva dovrebbe crescere del 15% da circa 2,1 milioni di tonnellate a oltre 2,4 milioni.

Nonostante questa forte richiesta del mercato, tutto questo rappresenta solo circa l'1% dei 200 milioni di tonnellate all'anno del mercato globale della plastica. La bioplastica sta guadagnando mercato ma è ancora piuttosto marginale.


Cos’è la bioplastica

Cosa c'è di così speciale nelle bioplastiche? Le bioplastiche sono solitamente:

  • di fonti e materiale organico o vegetale a differenza delle plastiche tradizionali;
  • riciclabile, biodegradabile e compostabile;
  • in grado di soddisfare le stesse applicazioni delle materie plastiche di origine fossile;
  • non causano lo stesso danno all'ambiente della plastica tradizionale. Per esempio, abbiamo sentito parlare dei danni che le microplastiche fanno alla vita animale e dell’impatto ambientale sull’ecosistema.

Le bioplastiche possono essere smaltite correttamente nella frazione umida?

bidoni-in-cartone-raccolta-differenziata

Si le bioplastiche possono essere smaltite nella frazione umida se provviste di una certificazione di compostabilità, Uni En 13432, che ne indichi le caratteristiche e i tempi che necessità per divenire compost.

Se le bioplastiche, nate con materie prime rinnovabili, sono un'ottima alternativa ma è anche importante capire anche i pro e contro di questo materiale.

Diciamo che stai progettando un nuovo prodotto o ti stai chiedendo come possono essere sostituiti i materiali del packaging di un prodotto esistente.

Sei pronto a considerare l'utilizzo di un materiale che non sia fatto di petrolio?

È necessario essere consapevoli dei pro e dei contro, prima di intraprendere la strada dell'approvvigionamento, delle quotazioni e della prototipazione del tuo contenitore.

Quali applicazioni hanno le bioplastiche? Quali vantaggi dell'utilizzo rispetto alla plastica?


Il primo vantaggio è che viene utilizzato meno petrolio poichè rappresenta un grande rischio per l'ambiente!
Le comuni caratteristiche e funzioni delle bioplastiche è che possono essere stampate a iniezione e sagomate per assumere la stessa forma delle termoplastiche tradizionali . In alcuni casi, le bioplastiche sono anche più resistenti e leggere , quindi non sono necessariamente adatte solo per applicazioni molto di nicchia.
Le bioplastiche sono più commerciabili, poiché l’ utilizzo può migliorare il valore aggiunto di un prodotto anche con una campagna di comunicazione mirata di marketing sostenibile. Gli studi hanno dimostrato che "l'80% dei clienti europei desidera acquistare prodotti con un impatto minimo sull'ambiente", quindi le bioplastiche possono rappresentare un argomento utile per i marchi.

cofanetto-bioplastica-3d
esempi bioplastica


È stato scoperto che il 90% dei rifiuti sulle spiagge era di plastica .
L'uso di alternative in bioplastica che si decompongono naturalmente mediante compostaggio o biodegradazione diminuirà la possibilità che diventino una percentuale da aggiungere a quel 90%.di rifiuti i sintonia dei principi di economia circolare.
La raffinazione del petrolio utilizzato per le plastiche tradizionali rilascia molta emissione di gas CO2 durante la produzione, forse fino a 500 milioni di tonnellate di CO2 all'anno.
Le comuni bioplastiche, come il PLA e il PHB a base di amido, non sono tossiche e "non danno per la salute" . Ciò li rende utili per l'imballaggio degli alimenti, in quanto non contaminano il cibo con alcun sapore, né sostanze chimiche sanguisughe (ad esempio BPA) come alcune materie plastiche a base di olio.

Svantaggi delle bioplastiche e del Pla (acido polilattico)


Innanzitutto, le bioplastiche NON sono generalmente competitive in termini di costi rispetto alle loro controparti a base di petrolio.
Nei pro e i contro da analizzare sono generalmente due o tre volte più costosi delle principali plastiche convenzionali come PE o PET, e la loro produzione ha basse rese ed è costosa . Questo svantaggio dovrebbe essere meno acuto quando gli impianti di produzione diventanno più grandi e beneficiando delle economie di scala.
Si teme che le bioplastiche prodotte dall’agricoltura possono danneggiare le scorte di cibo: Per fare un confronto, anche se metà della plastica mondiale fosse prodotta da colture coltivate su terreni destinati al cibo, l'industria richiederebbe solo il 3% della superficie coltivata mondiale.'
Le bioplastiche con base biologica realizzate dalla coltivazione richiedono terra fertile, acqua, fertilizzanti e dipendono dalle condizioni meteorologiche. Tutto ciò significa che l'approvvigionamento di materie prime per le bioplastiche è a rischio di fenomeni naturali, come la siccità .
Alcune bioplastiche hanno una durata più breve rispetto alle plastiche a base di petrolio a causa delle proprietà meccaniche più deboli ma anche a causa di una maggiore permeabilità al vapore acqueo rispetto alla plastica standard.
Molte bioplastiche devono seguire una procedura di smaltimento specifica e richiedere il compostaggio industriale per evitare di essere incenerite o andare in discarica.

Esempi di bioplastica sul nostro e-commerce:

Bioplastica pro e contro… Tanti pro ma anche qualche contro. La lotta alla plastica inorganica continua ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

magnifiercrosschevron-downtext-align-left
Carrello della spesa
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram